fbpx

Curare l’abbassamento di voce

donna con raucedine

Ciao
Oggi desidero scrivere per tutti voi appassionati di voce, un breve ma efficace vademecum che vi aiuterà a curare l’abbassamento dI voce in alcuni casi specifici che si presentano spesso a chi fa della voce un uso professionale.

Innanzitutto mi preme dire che la Voce è come uno strumento musicale: se non lo si tiene in funzione si deteriorerà e perderà le sue caratteristiche fondamentali di produzione del suono.
Ma cosa ancora più importante, essa è strettamente collegata al resto del corpo e “reagisce” in base alla cura che ne avete, per cui se il vostro corpo sarà affaticato, la vostra voce risulterà stanca, se il vostro corpo non si nutrirà in maniera sana, anche la voce ne risentirà e l’abbassamento della voce sarà una delle prime conseguenze.
La prima cosa da fare, quindi, sarà prendervi cura del vostro corpo per non incorrere in un improvviso quanto fastidioso abbassamento di voce.

Se l’abbassamento di voce è dovuto alla rottura di un vaso dilatato a causa di una intonazione ipercinetica, è necessario rispettare alcune regole di “comportamento vocale”: 

1)      Tacere il più possibile! Usare la fonazione vocale in caso di abbassamento di voce è deleterio per le corde vocali e ostacola il processo di guarigione.

2)      Abbandonate ogni esercizio vocale, ma non dimenticate la respirazione diaframmatica

3)      Non mangiate e non bevete cose calde!

4)      Non assumete cibi piccanti

5)      Aiutatevi succhiando un ghiacciolo o tenendo in bocca un cubetto di ghiaccio che ha un’azione decongestionante.

Quando l’abbassamento di voce è dovuto  ad un edema vocale derivante da ingrossamento delle corde vocali, a causa di un abuso dell’uso delle stesse, le regole da seguire sono le seguenti: 

1)      Non smettete di parlare! Ho imparato da un grande voice coach, Roger Love, che qualunque sia la causa del problema “il miglior modo per ridurre il gonfiore delle corde vocali è il vocalizzo con la sonorità della laringe bassa” (cit. da Libera la tua voce di Roger Love, pag 138). Basterà infatti cominciare a vocalizzare di un’ottava e poi proseguire con la voce del famoso orso Yoghi dei cartoni animati. Ve lo ricordate? Bene. Se continuerete con questo esercizio per dieci minuti, la vostra voce subito dopo risponderà già meglio

2)      Bevete molta acqua anche se non sentite lo stimolo della sete. Bere acqua aiuta la produzione del muco che avvolge le corde vocali, idratandole e diminuendo la loro tumefazione.

Infine spesso ci ritroviamo nel caso in cui l’abbassamento di voce può derivare dalle corde vocali ingrossate e infiammate che causano una infiammazione della laringe (laringite). In questo caso:

1)      Tenete la voce a riposo per alcuni giorni, senza pronunciare parola.

2)      Effettuate gargarismi di acqua tiepida con aggiunta di sale; questi gargarismi andranno ripetuti dalle 4 alle 6 volte al giorno. L’effetto immediato sarà quello di ridurre la sensazione di infiammazione alla gola.

3)      Preparate un infuso composto in parti uguali di arnica, echinacea, erisimo, salvia e melissa. Ottimo rimedio per distendere la tensione delle corde vocali, rinfrescarle e disinfiammarle.

4)      L’erisimo si può utilizzare anche da solo nella formula della tintura madre. In questo caso basterà effettuare dei gargarismi tre volte al giorno aggiungendo 20 gocce in mezzo bicchiere d’acqua.

I casi di abbassamento di voce sono molti di più e alcuni derivano da patologie importanti che vanno diagnosticate da un medico e curate con la medicina tradizionale, ma fino a quando è possibile individuare uno di questi tre casi di abbassamento di voce, posso assicurarvi che, seguendo queste semplici regole, ritroverete il vostro suono vocale naturale.

Ciao e a presto!
Daniela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivici su WhatsApp